ForMaggio2014: tra prodotti tipici laziali e fregnacce alla reatina.

Ehi ciao, bentornato!

Sai che sto preparando la valigia proprio ora? Come? No, non per andare in vacanza; questo fine settimana parteciperò alla seconda edizione di ForMaggio, un bell’evento enogastronomico che si svolge nella città di Rieti.

Sarà come tornare a casa, anzi, probabilmente ne approfitterò per trascorrere qualche giorno con la mia famiglia… a pensarci bene credo che tu abbia ragione, in fin dei conti sto andando in vacanza!

Mi entusiasma l’idea di di partecipare ad un’iniziativa che nasce appositamente per promuovere i prodotti del territorio laziale a cui sono tanto legato e che cerco sempre di far conoscere attraverso le ricette semplici e genuine della tradizione che porto ogni giorno sulle tavole dei miei ristoranti.

Ogni piatto per me ha un significato speciale: la preparazione della pasta fresca per la cacio e pepe è il ricordo delle prime lezioni di cucina che mamma Gisa impartiva a me e a mia sorella, i carciofi alla romana mi fanno venire in mente gli insegnamenti di papà Bruno sulla cura necessaria per coltivare i prodotti migliori nell’orto di casa, le crostate invece le deliziose merende con gli amici nei pomeriggi estivi… per questo motivo tengo così tanto alle ricette tradizionali e ai prodotti tipici, al riconoscimento della loro importanza e alla diffusione.

Adesso devo andare o rischio di prendere il treno, ma prima voglio lasciarti quella che è la ricetta simbolo di Rieti: le Fregnacce alla reatina.

Buon week-end!

 fregnacce-pasta fresca

FREGNACCE ALLA REATINA

Ingredienti per 4 persone

Dl 2,5 di acqua

Gr 500 di farina di grano duro

Gr 50 di lardo

Gr 250 di cipolla

Dl 1 olio extravergine di oliva

Cucchiai n° 3 di pecorino grattuggiato

n°1 peperoncino

Gr 300 di pomodori pelati

Gr 250 di sedano

Sale q.b.

Preparazione

Disponi la farina a fontana sulla spianatoia, unendo l’acqua fredda e lavora l’impasto con la punta delle dita per circa 15-20 minuti, poi avvolgi l’impasto in una pellicola per alimenti e lascialo riposare per almeno 30 minuti. Tira con il matterello una sfoglia non troppo sottile facendo attenzione a non romperla; taglia la sfoglia a piccole losanghe di circa 2 cm.. Trita molto finemente il lardo, la cipolla e il sedano. Fai rosolare il trito in una casseruola con l’olio extravergine di oliva. Aggiungi i pomodori tagliati a cubetti e il peperoncino, quindi lascia cuocere per 10 minuti. Cuoci la pasta in acqua bollente e salata, aspettare che salga in superficie per scolarla. Condisci con il sugo preparato e abbondante pecorino grattugiato.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...