Spaghetti, pomodoro fresco, basilico: il piatto perfetto è servito.

Ehi ciao, te stavo aspettando. Te devo racconta’ una scoperta che ho fatto proprio oggi, perché devi sapere che me sono appena cucinato uno spaghetto con il pomodoretto che è una bontà!

Il sugo è opera mia, lo faccio sempre con i pomodori freschi. Ma la vera sorpresa sono stati gli spaghetti! Ti assicuro che poter dire qua in America “me cucino un bel piatto di buona pasta” non è così facile.

Trovala se riesci la vera pasta italiana invece dei mille tentativi di imitazione!

Eppure questa volta sono stato fortunato, sul ripiano più alto dello scaffale di un supermarket, qui a Miami, ho trovato un pacco di spaghetti che mi hanno subito incuriosito per l’etichetta, all’inizio però non ce credevo mica tanto che fossero italiani doc!

Invece è tutto vero: “Pasta Abruzzese di semola di grano duro”, prodotto di importazione, trafilato al bronzo e, soprattutto, buono sul serio!

In più sul retro della confezione si racconta la tradizione dei pastifici abruzzesi e si spiega perché la pasta italiana è speciale. Tutto merito di terra, aria e materie prime di qualità… io aggiungerei anche della tradizione, dell’amore e di quei piccoli segreti che si tramandano di generazione in generazione nelle cucine di tutta Italia.

E poi ci sono i suggerimenti per cucinare la pasta e soddisfare i gusti di tutti anche se, secondo me, la ricetta migliore resta sempre quella classica al pomodoro e basilico.

Te spiego come la preparo io:

Metto i pomodori da sugo (lavati, scottati in una pentola d’acqua bollente e tagliati a pezzetti) in una pentola di acciaio e li lascio cuocere a fuoco basso girandoli di tanto in tanto, finché non diventano morbidi. Poi li passo con il passaverdura e raccolgo tutto il sugo in una ciotola. Verso la passata in una pentola d’acciaio più piccola e rimetto sul fuoco. Aggiungo al sugo il sale e uno spicchio di aglio e lo faccio consumare a fuoco vivace fino alla densità desiderata, spengo il fuoco e aggiungo alla salsa le foglie di basilico intero. E l’olio, quello sempre a crudo.

A questo punto cuocio la pasta in abbondante acqua bollente salata, la scolo quando ancora è al dente e la lascio insaporire qualche minuto nel sugo!

Semplice e buonissima!

image

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...